Cari amici uomini,

facciamo un gioco. Immaginiamo che Asia Argento non sia Asia Argento ma una donna qualsiasi. Immaginiamo che Harvey Weinstein non sia Harvey Weinstein ma un qualsiasi istruttore di ginnastica artistica (non dico un prete perché non voglio buttarla sull’ideologico, ma ci siamo capiti). Immaginiamo che vent’anni fa l’istruttore di ginnastica artistica abbia maturato un interesse […]

Read More Cari amici uomini,

Per un tratto insieme

Roberto Cogo, haiku e Zen garden L’haiku è un genere di poesia giapponese che dal dopoguerra in poi ha ottenuto un crescente riscontro anche in Occidente. Le regole di composizione sono apparentemente semplici: tre versi di cinque, sette, e cinque sillabe – uno schema particolarmente adatto alla lingua giapponese, in cui le sillabe sono piuttosto “morae” […]

Read More Per un tratto insieme

«Canto alla durata» di Peter Handke

Su Fare Voci di marzo (online già da una decina di giorni) è uscito un mio pezzo sul Canto alla durata di Peter Handke. Rileggendolo ad oltre un mese di distanza, penso che oggi scriverei qualcosa di leggermente diverso… ed è un bene che alle mie osservazioni sia affiancata un’intervista di Giovanni Fierro al traduttore italiano dell’opera, Hans […]

Read More «Canto alla durata» di Peter Handke

Bilancio del 2016

È ora di rimettere in moto il blog. Tappo qualche buco lasciato aperto dall’anno scorso: non avevo mai parlato, ad esempio, dei tre volumi in cui il sinceramente vostro non ha saputo trattenersi dall’infilare qualche poesiola. In ordine di pubblicazione: Non ti curar di me se il cuor ti manca 2 (Qudu libri, Bologna) è una seconda […]

Read More Bilancio del 2016

Una tale vergogna

«Succo di mela?» «No, grazie.» «Signor/a Marisa Lucertola, lei sa perché è qui?» «È per i Rossi-Decori, giusto?» «Lei è qui in qualità di testimone nell’ambito di una possibile Perlustrazione Preventiva, secondo quanto al fascicolo n. 2026-89E4.» «Mi lasci subito chiarire che se avessi sospettato qualcosa di illegale nei movimenti dei miei vicini, da brava […]

Read More Una tale vergogna

Cinque piccoli propositi per l’era Trump

nell’intento di arginare costruttivamente incredulità, sconforto e rigurgiti antidemocratici anche in chi, come me, si professa liberale. (Adattateli pure al caso vostro.) Frequentare di più persone che non lavorino nella ricerca, non scrivano poesie, non amino le variazioni Goldberg, non abbiano figli, non siano nate in Italia, non credano in Dio, mangino il prosciutto assieme al […]

Read More Cinque piccoli propositi per l’era Trump

Gunkanjima

i Che Yamashita non fosse al cento per cento in bolla Yamano l’ha capito circa un mese fa, al Knight, contemplando quello che Egawa e Sakaguchi avevano poi ribattezzato, in una serie di battute di fronte alla macchinetta del caffè, “l’album del chiodo”. Non per questo si è preoccupato quando il caporedattore l’ha convocato nel […]

Read More Gunkanjima

The reason

I imagine one of the reasons people cling to their hates so stubbornly is because they sense, once hate is gone, they will be forced to deal with pain. James Baldwin, Notes of a Native Son (1955)

Read More The reason

In a parallel universe

Listen to me, son: God actually cares for us. There’s a parallel universe where Adolf Hitler was accepted by the Academy of Fine Arts in Vienna and Egon Schiele was rejected: it was him who became a frustrated, sex-obsessed bloody old world tyrant. And believe me, that universe is far worse than ours. – James A. Potato, Awestruck […]

Read More In a parallel universe

La curvatura dell’io

Originally posted on perìgeion:
di relatività generale, poesia e strani anelli ⤺  1. Il 25 novembre dello scorso anno ricorreva il centenario della pubblicazione della famosa equazione di campo di Einstein1: di cui un’ottima parafrasi in lingua corrente è certo quella di John Archibald Wheeler2: Lo spazio-tempo dice alla materia come muoversi; la materia…

Read More La curvatura dell’io

Sostiene Potato

Poetry must not tell me the thing; poetry must be the thing. La poesia non deve dirmi la cosa; la poesia dev’essere la cosa. J. A. Potato, da Le felicità, ovvero un libro divertente che non leggerò mai più

Read More Sostiene Potato

Il concorso

C’è un nuovo concorso per essere assunti all’INAF. Lo scritto si svolge in un salone della casa dello studente di Trieste; la consegna dello scritto è sviluppare due racconti brevi su un tema prestabilito e rispondere a una domanda aperta. Mi frego le mani dalla soddisfazione. Questa volta vinco io. Perdo una buona mezz’oretta a […]

Read More Il concorso

Hai voluto la bicicletta

Ieri la mia amica Giulia ha attirato la mia attenzione su un delizioso brano di prosa argomentativa. È un dialogo fra un ciclista e un uomo comune sulla possibilità che le biciclette vadano in autostrada. Il ciclista si lamenta perché vorrebbe andarci; l’uomo comune gli fa presente con garbo che l’autostrada è pensata per le macchine; […]

Read More Hai voluto la bicicletta

Grazie Griffin

Originally posted on perìgeion:
? ? Il primo febbraio del 2015 nasceva Perigeion. Nacque da un’intuizione di un uomo fuori dall’ordinario che, basandosi solo sul suo istinto, mise in relazione un gruppo di persone attorno a un progetto nel quale riversare il suo amore e la sua passione. Come il più generoso degli amici,…

Read More Grazie Griffin

Tempi in cui è dura dirsi cristiano

↖︎ e non cristiano soltanto, ma cristiano cattolico apostolico romano tempi in cui la tua Chiesa, che ami se non altro per averti accolto e cresciuto, e continua a farlo, ↖︎ Chiesa che sei abituato a considerare nella doppia natura di comunità di fratelli e di madre apprensiva, che sorveglia dall’alto, e comanda e redarguisce […]

Read More Tempi in cui è dura dirsi cristiano

170 sillabe

Oggi la redazione del blog Cinquesettecinque, che collabora con l’Associazione Italiana Haiku (AIH) e la European Haiku Society (EHS), ha gentilmente pubblicato 10 haiku di me medesmo. È un blog colto e curato. Vi consiglio di leggiucchiare in giro, c’è gente molto più valida di me.

Read More 170 sillabe

Recensito!

I simpatici Peoti del Pasgravio hanno deciso di aprire il loro blog con un’originale recensione di alcuni testi di me medesmo, tratti dall’antologia Zenit poesia dello scorso anno. E questo prima ancora che ci conoscessimo: non posso che dirmi onorato di tanta disinteressata gentilezza. Vale la pena di darci un’occhiata.

Read More Recensito!

Bilancio del 2015

Nel 2015 ho letto quarantotto libri. Ho anche finito di leggere due libri iniziati nel 2014 (la Bibbia e Guerra e pace) e ne ho cominciati due che devo ancora finire (le Poesie di Patrizia Cavalli e Il Milione). In tutto cinquantadue titoli. Ho circa rispettato l’obiettivo di leggere un libro alla settimana. Il simbolo ✍ prima […]

Read More Bilancio del 2015

Vocabolario completo di Emma a 18 mesi e quattro giorni

In disordine alfabetico. • mamma s.f. – 1. Mamma. 2. (estens.) Chiunque svolga in vece della mamma i compiti di accudimento primario (papà, nonni, ecc.) papà s.m. – 1. Papà. 2. Giancarlo Giannini (com’era negli anni ’70). nonno, nunnu s.m. (f. -a, pl. -i, a volte invar.) – 1. Nonno. 2. Lev Nikolaevič Tolstoj (1828-1910). 3. (estens.) Chiunque sfoggi una barba […]

Read More Vocabolario completo di Emma a 18 mesi e quattro giorni

Calendario d’avvento

Quest’anno Jim mi ha mandato un solo racconto, questo. (Mi ha chiesto di firmarlo Yehuda Ben Yeshu, cosa che mi guardo bene dal fare.) Se volete farlo contento, ditegli che è più bello dei miei – una bugietta non ha mai fatto male a nessuno. • Arrivarono gli elfi, simili a boy scout: piccoli, petulanti, pustolosi. […]

Read More Calendario d’avvento

Dentro l’armadio

Primo pastore – L’otto dicembre è passato. Io dico che ci lasciano qui. Secondo pastore – Non è possibile. Terzo pastore – Sarebbe la prima volta. Secondo pastore – Eppure rumoreggiano. Pecorella – Perché rumoreggiano? Altra pecorella – Già, perché? Primo pastore – Non riesco a sentire. Terzo pastore – Voialtri che siete più vicini, […]

Read More Dentro l’armadio

A volte ritornano

A volte succede che un libro vecchio di quattro anni e mezzo si senta ancora nuovo e chieda all’autore di uscire un’altra volta. Succede pure che all’editore l’idea piaccia, per lo stesso motivo per cui piaceva quasi un secolo fa, e che si decida dunque di mettere insieme una seconda edizione riveduta e aggiornata. Ed […]

Read More A volte ritornano

L’autore contumace

Questo sabato ci sono due (non uno, due) eventi che non posso perdere, e che purtroppo perderò. Il primo, alle ore 14.00, presso la Casa delle arti–Spazio Alda Merini in via Magolfa 32 a Milano (nell’ambito del festival Bookcity), è la presentazione del volume Zenit Poesia. Progetto < 40, a cura di Stefano Guglielmin e Maurizio Mattiuzza, in cui […]

Read More L’autore contumace