59 × 13 + 7

 Che cosa c’è fuori dal contorno? Si può essere più di così?
 Perché il trifoglio è verde sotto la pioggia? Posso provare
 a non essere mai nato? Siamo noi ad andare o è il mondo che
 ci viene incontro? Quanto fa due più cuore? Chi mi riferirà
 quel che diranno sottovoce in ultimo banco al mio funerale?
 Qual è la differenza tra medietas e mediocritas? Ho scritto
 anche solo una parola che non fosse preferibile tacere? Chi
 ha calcolato il calibro dell’arma che finalmente riuscirà a
 proteggerci? La voce registrata dell’altoparlante del treno
 quando torna a casa a sera riesce a piangere? Sai dirmi per
 caso se oggi mi sono indossato a rovescio? Hanno trovato un
 modo di passarci sopra o sotto o accanto gli uni agli altri
 senza dover soffrire? Ti ho ferito? Come ti chiamo? Come mi
 chiami?

Premiata al concorso Poesia onesta 2016.
Pubblicata in
 Non ti curar di me se il cuor ti manca, Qudu libri 2016.

Immagine: M.C. Escher, Sviluppo,  1937.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...