Parlo di te come se ti conoscessi

Parlo di te come se ti conoscessi,
ma eccoti, corpo tuo, figura intera,
come scivoli fra ciò che aspetto, ciò che credo
di aver capito. Non sanno di stupirmi le tue mani,
bianche,
due,
per il loro esistere oltre
me, senza di me. Più ti so altra
meglio ti amo, meno ti so mia (quel passo
sulle scale del buongiorno, quando apparecchi
e spalanchi le finestre e credi
ch’io dorma ancora)

Immagine: M. DenisNu de dos au crépuscule (particolare).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...