Topolò

Sono stato a Topolò. Una signora seduta in veranda mi ha detto (sbagliando) che ero arrivato in anticipo. Ho girato un quarto d’ora su e giù per le straducole d’erba. I campeggiatori avevano lasciato deserte le tende. Attraverso una finestra ho visto una cucina economica e un lavello microscopico. Mi sono perso volentieri. Alla fine ho ritrovato gli amici, che stavano bevendo senza di me…

Fra l’uva verde
moscerini. Una voce
dalla finestra

Serata d’afa.
Dietro il filare muto,
chi starnutisce?

Zanzare anche qui.
Attesa: una seggiola
lungo il sentiero

Greto seccato.
Un topo non sopporta
la mia vista

Un cane dorme
nell’ombra. Dove sono?
Dove sono tutti?

Sudo. Sgocciolo.
E le ortensie assetate,
un letto intero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...