Canada, 1

Northwest Territories

Sul treno delle sei un quarto esistere
significa pensare a un filo d’erba
dove finisce Navy Road ad Inuvik
e comincia la febbre alta del nulla

Aver visto come lo stradale
giunto all’ultimo definibile dove
si pieghi un cappio e si rimangi
la coda scartando una catapecchia
e rottami sul ciglio di fango che sfugge
all’accecata risoluzione dello schermo

– e proprio lì un primo inconcepibile stelo
di Calamagostris e un secondo e un terzo
e ciuffi e macchie e il guizzo dell’abete rosso
ad allenare l’esercizio della pazienza
boreale nel vuoto in cui si allarga
la malattia frattale del Mackenzie

E ora sentire con tutta la pelle incasellato
fra i pendolari che tornano al sonno
lontanissima la pressione molecolare del polo
dietro una parete d’assi su cui per non pensare
forse un uomo ha appeso un quadro

(1. continua [forse]. Immagine di deanstucker, adattata.)

Annunci

3 pensieri riguardo “Canada, 1

  1. vogliamo il resto asap!
    questa è la vertigine esplicitata di quei luoghi che si assumono per particolari fino a chiedersi se siano veramente presenti o solo una parete Di percezione

  2. Grazie! Vedo che ci capiamo… 🙂

    Non ho programmato una “serie” vera e propria, ma sento di avere qualcosa da dire ancora; la materia non è ben sviluppata… Work in progress!

    G

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...