Porta non utilizzabile

Come sarebbe a dire, porta non utilizzabile?

Porta non utilizzabile

Ma io non voglio utilizzarla. Voglio aprirla.

Porta non utilizzabile

Cioè, devo cercarmi un’altra uscita?

Porta non utilizzabile

Trascinandomi la valigia per il tramezzo della morte? E se poi anche la porta del prossimo vagone non è utilizzabile? O le porte stesse del tramezzo? Con quelle fottute maniglie da prima rivoluzione industriale? E se nel frattempo il treno riparte?

Porta non utilizzabile

Una porta è una cosa semplice. Come fa a guastarsi una porta?

Porta non utilizzabile

Oh, non ci avevo pensato. Il meccanismo ad aria compressa. Perché è assolutamente necessario che ci sia un meccanismo ad aria compressa per chiuderla. Altrimenti chissà quanta gente si butterebbe dal treno in corsa. Frotte di aspiranti suicidi non aspettano altro: che qualcuno tolga il meccanismo ad aria compressa dalle porte dei treni. Sempre sia lodato il meccanismo. E se si spacca, pazienza, la porta rimane chiusa, che problema c’è. Anche quando il treno è fermo. La sicurezza è importante. Trenitalia si prende cura di noi.

Ricordiamo ai signori viaggiatori che viaggiare sprovvisti di biglietto o con un biglietto non convalidato comporta una sanzione di svariati euri

Appunto.

Trenitalia sta intensificando i controlli a bordo treno

Dov’eravamo arrivati?

Porta non utilizzabile

Già. Posso farvi una domanda?

Porta non utilizzabile

Ve la faccio lo stesso. Perché non scrivere semplicemente “porta rotta”?

Porta non utilizzabile

Ve lo dico io perché. “Porta rotta” è troppo terra terra. Troppo parlar chiaro. Siamo in Italia. Dire le cose come stanno è peccato mortale.

Porta non utilizzabile

Non solo: “Porta rotta” potrebbe far pensare a una situazione transitoria, un disagio momentaneo che verrà risolto al più presto. Quando una cosa è rotta si ripara. Quando non è utilizzabile, be’, non è utilizzabile. E lo rimane per sempre. In alcuni casi da sempre e per sempre. Prendi il bellissimo Minuetto, o Vivalto, come si chiama, quel treno con zero virgola otto posti a sedere per vagone che avete messo in circolazione un po’ di anni fa: la prima volta che l’ho preso aveva già le sue brave porte inutilizzabili. Probabilmente erano uscite dalla fabbrica con il cartellino incollato sopra: “porta non utilizzabile”. E sono ancora lì. Lo so perché me le sono segnate, ci ho fatto una crocetta con le unghie. È tutto plasticone, si riga col pensiero.

Porta non utilizzabile

Perché poi, se davvero si volesse parlar chiaro, non basterebbe scrivere “Porta rotta”. Bisognerebbe scrivere “Porta fatta con la merda che prevedibilmente si è rotta”. Anzi: “Porta fatta con la merda perché non abbiamo abbastanza soldi da spendere per i treni e per i servizi minimi connessi ai suddetti, nonostante questa sia più o meno l’unica cosa che dovremmo fare visto che ci chiamiamo Trenitalia, e insomma quando una porta si rompe è più conveniente metterci una scritta che anche solo tentare di ripararla.” Scherziamo? Il cartello coprirebbe tutto il finestrino.

Porta non utilizzabile

Così suona molto meglio. E ci da modo proseguire con lo sport nazionale: stolida inadeguatezza da un lato, invettiva cieca dall’altro.

Porte non utilisable

E magari esportare all’estero le nostre scoperte.

Tür unbenutzbar

Questo dev’essere un hapax in tutta la letteratura tedesca.

Porta non utilizzabile

Sì, lo vedo anch’io che il treno è ripartito. L’ho fatto apposta. Fra un po’ cominceranno a comparire cartelli con scritto “stazione non utilizzabile”. Mi prendo per tempo.

Porta

pazienza? Sì, cara, ci sono abituato. Ho un abbonamento mensile alla pazienza. Se ti interessa, costa novantacinque euro. E sessanta centesimi.

non

Esatto, “non”. È lo slogan del momento, va bene per qualsiasi cosa. “Non”. C’è altro aggiungere?

Niente? Neanche una parolina di speranza che suoni al tempo stesso ambigua come piace a noi? Andiamo, so che vuoi dirla.

utilizzabile

Ecco, l’hai detta.

Annunci

6 pensieri riguardo “Porta non utilizzabile

  1. Pingback: trenodopotreno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...