Usque ad ovum

Si cominciò cancellando un neo, ritoccando un gluteo. La buccia d’arancia spariva con un colpo di mouse. Il colore della pelle poteva essere addolcito a piacimento. Era un tentativo, un saggiare il terreno, e fu subito ben accolto. Gli uomini si abituarono a desiderare donne stilizzate e le donne impararono ad ambire a una forma che le superava. Era una civiltà votata all’eccesso, ma aveva una sua morale. La separazione dei sessi non era un male fintantoché tutti potessero trarre gratificazione dalle immagini. Per gli uomini era già così, ma le donne soffrivano: l’ideale era comunque una forma umana, che si poteva ancora sperare di raggiungere. Di qui l’inadeguatezza e il senso di colpa.
La soluzione fu semplice: togliere un naso. Ci pensò un creativo polacco che lavorava alla copertina di Marie Claire del febbraio duemilasedici. Non possiamo escludere che non gli fosse scivolato il dito per sbaglio. Un naso non è un ombelico: tutti notarono al volo l’errore, e lo adorarono. Come avevano fatto a non accorgersi che quella presenza ingombrante al centro della faccia deturpava un’espressione altrimenti perfetta? La copertina vinse tutti i premi possibili. Ciò che più conta, fece scuola. Il meccanismo era innescato: nel giro di un anno scomparve la bocca; sei mesi dopo gli occhi. Per i capelli fu necessario attendere un po’ di più, come pure (stranamente) per le orecchie. Non parliamo del resto del corpo: quello si era prosciugato e annichilito già da tempo. Il colore della pelle si avvicinò sempre più al bianco. Non c’era manifesto, inserzione o stacco pubblicitario che non rappresentasse la perfezione del corpo umano come un tubino filiforme sormontato da un perfetto guscio d’uovo.
Gli uomini arrivarono a dimenticare come avessero potuto provare interesse per donne fornite di connotati. Le donne ebbero un feticcio da adorare, infinitamente distante da qualsiasi possibile aspirazione. Tutti vissero irreali e contenti.
Salvo, beninteso, uno zoccolo duro di feticisti. Questi continuavano a smerciare sottobanco immagini non ritoccate, traendone piaceri proibiti. Ogni civiltà ha la pornografia che si merita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...