Confini anche troppo labili

sono l’acqua che lava la giornata via dai tuoi capelli
nel lavandino dell’una di notte mentre ti guardo
e non dico nulla e anche tu non dici nulla

leggo un’altra pagina ancora con i tuoi occhi
e tu strofini i miei occhi nell’asciugamano
e le nostre nuche si salutano l’un l’altra
un minuto prima di spegnere la luce
e fare un doppio buio del nostro corpo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...