La passeggiata

– Esco a fare un giretto. – Dove vai? –
(A misurare la forma del cielo
la capienza del tramonto) Sul pelo
delle cose del mondo) Chissà mai
che il cuore apprenda il ritmo dello stelo
d’asfodelo, del sasso, della brezza)
Vado soltanto a stendere in lunghezza
la mia ombra sottile) Perché me lo
chiedi?) – Non lo so ancora. – Non lo sai?
ma vai a piedi? – Sì. – (Troppa franchezza
per questo tempo sospettoso) – Stai
attento. – Certo. – (Attento alla dolcezza
vietata di concedersi una pausa
dall’obbligo di un senso, di una causa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...