L’interno cavo

Asciutto come un sasso
chiedo alla mente una poesia.
Attendi,
dice la mente.

Nello specchio della sua logica
la mente chiama il cuore.
Puoi prestarmi un po’ di fede?
Attendi, dice il cuore.
La burocrazia interiore – com’è inefficiente
in questi tempi di trasloco dello spirito.

Senso del tempo, amore per gli uomini.
Il cuore compulsa gli scaffali.
In ansia
chiede aiuto all’anima.

E l’anima non risponde.
Asciutta come un sasso,
l’anima suona a vuoto.

Pubblicata in Le felicità, Samuele Editore 2011.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...