Mattutino grammaticale

Ha sciabattato il sostantivo sonno
fino alla doccia, dove ha gustato un poco
un poco l’aggettivo calda.
Pian piano ha riacquistato
caso genere e numero,
la prima persona del colletto,
la desinenza singolare degli occhiali.
Sull’orologio ha letto come sempre
la locuzione in ritardo. Appena
il tempo di bere transitivamente
un caffè, precipitarsi
moto a luogo in strada, acchiappare
l’ultimo autobus complemento oggetto
per un pelo complemento di maniera.
Solo mezz’ora fa
il suo unico predicato era dormire.
Ora è in fondo alla fila di genitivi
di un ufficio di un corridoio
di un terzo piano. Ha una giornata intera
da coniugare secondo le regole
sperando che abbia un senso, congiuntivo,
come vorrebbe, condizionalmente.
Gli è dato, non infinito,
un presente: può provarci
– ma sempre dentro i limiti avverbiali

del forse, del magari, del chissà.

Pubblicata in Le felicità, Samuele Editore 2011.

Annunci

2 pensieri riguardo “Mattutino grammaticale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...