Autodefinizione

Riappese la cornetta. Le sue ultime parole erano state qualcosa come dopo tutto anche volendo considerare la situazione da un punto di vista normale, voglio dire, non per essere qualunquisti, ma insomma, eccetera, eccetera. Pensò che la maggior parte delle frasi viene pronunciata una sola volta nella storia dell’umanità e si sentì colpevole del proprio prodotto. Marileen era sempre irreprensibile nella sua gentilezza; si sforzava evidentemente di metterlo a suo agio, di creare uno spazio di tranquillità (se non di confidenza) nelle loro necessarie conversazioni quotidiane, ma non c’era nulla da fare. Il dialogo non poteva prescindere dalle parole, bestie mutevoli che lui non riusciva in nessun modo ad addomesticare. Parole che lo recintavano solo per umiliarlo. Parole da cui avrebbe accettato volentieri di lasciarsi sbranare. Fino a quando? Quanto lunga ancora era la lista incancellabile di frasi imbarazzate che era destinato ad infliggere al mondo?
Estrasse di tasca il quadernino delle autodefinizioni e lo aprì dove aveva infilato il segno. Una pagina nuova. Scrisse un numero nell’angolo in alto a sinistra: millesettecentoventinove. Poi, lentamente, tracciò l’autodefinizione del giorno: una parola importante, di otto lettere, che iniziava per C.
Se non altro, si disse, oggi sono un po’ meglio descritto di ieri. Nel contorno sempre più nitido di parole che andava pazientemente incolonnando in quel quaderno segreto sentiva gravitare una motivazione, un permesso a sopravvivere: prigioniero eppure tollerato. Chi avesse potuto vederlo, nella penombra grigia della stanza, avrebbe notato che il profilo della sua testa, i capelli, il naso, non si staccavano veramente dallo sfondo, ma vi sfumavano gradualmente, confondendosi. Oggi più di ieri, meno di domani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...